Marcatori archivi: virus varicella-zoster

Le infezioni da herpes virus sono ben note complicanze infettive del pemfigo e del pemfigoide bolloso. Descriviamo i risultati patologici che utilizzano il tessuto autoptico da diversi organi di un paziente affetto da una nuova variante del pemfigo endemico a El Bagre, in Colombia, in Sud America.

Descriviamo un paziente con una nuova variante del pemfigo foliaceo endemico di El Bagre che stava ricevendo immunosoppressori ad alto dosaggio in ospedale e morì improvvisamente in seguito al contatto con un secondo paziente affetto da varicella.

Abbiamo eseguito studi utilizzando ematossilina ed eosina, immunoistochimica e tecniche di immunofluorescenza diretta su tessuti di diversi organi.

Abbiamo rilevato la presenza del virus della varicella zoster e una forte positività per α-1 antitripsina nel cuore, nei reni, nella milza, nel fegato, nella pelle, nel cervello, nei polmoni, nel pancreas, nell'intestino tenue e crasso e nei muscoli scheletrici. Per quanto riguarda il danno strutturale nel rene e nel cuore, riteniamo che il danno osservato sia associato alla presenza di autoanticorpi a questi organi, poiché entrambi sono ricchi di placchette e i pazienti El Bagre-EPF presentano anticorpi significativi per molecole plakin.

Nei pazienti con pemfigo foliaceo endemico, si raccomanda l'isolamento completo del paziente quando si ricevono alte dosi di agenti immunosoppressivi sistemici. Suggeriamo inoltre la possibilità clinica di un'interazione sinergica e fatale tra il pemfigo foliaceo attivo, il virus della varicella zoster, il virus dell'herpes simplex, gli agenti immunosoppressivi e l'attivazione sistemica dell'α-1 antitripsina. Pertanto, suggeriamo un'adeguata spaziatura del letto, l'allattamento alla barriera e test preventivi per l'attivazione dell'antitripsina α-1 in questi pazienti per affrontare queste complicazioni.

Fonte: http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/j.1365-4632.2011.05296.x/abstract