Marcatori archivi: efficacia

Di Rebecca Berman, Janet Segall e Jean-Claude Bystryn, MD della The National Pemphigus Foundation e The Ronald O. Perelman Dipartimento di Dermatologia, New York University School of Medicine, New York, NY. Febbraio 17, 1999

Come molti di voi sanno, abbiamo recentemente condotto un'indagine su persone con pemfigo per scoprire 1) quali trattamenti sono stati più comunemente usati, 2) che sembravano essere i più efficaci e 3) che sono stati il ​​più delle volte associati ad effetti collaterali. L'indagine è stata condotta mediante un questionario allegato al bollettino 1998 della newsletter della National Pemphigus Foundation, il Trimestrale. Il questionario è stato inviato anche a tutte le persone che hanno risposto a un avviso sul sito Web di NPF. È stato ricevuto un totale di risposte 110. Questo numero è impressionante, tenendo conto della rarità del pemfigo. Ringraziamo tutti i partecipanti per la loro collaborazione.

Di Jennifer Romero, assistente sociale clinico autorizzato

Se sei una persona con pemfigo le cui condizioni sono abbastanza gravi da impedirti di svolgere attività lavorative remunerative, potresti avere diritto all'assistenza da parte della Social Security Administration (SSA).

Pemfigo è descritto nella Pubblicazione SSAU n. 64-039 Valutazione della disabilità nell'ambito della sicurezza sociale, Sezione 8.03 (pagina 58) elencazione delle menomazioni idonee. Il linguaggio utilizzato dall'SSA è: "Pemfigo, eritema multiforme, bulbo pemfigoide, dermatite herpetiformis. Con lesioni estese che non rispondono al trattamento prescritto. "