Marcatori archivi: ansia

Per quelli di voi che hanno una qualsiasi delle malattie della pelle legate al pemfigo / pemfigoide (P / P), lo stress è il fattore numero uno nelle riacutizzazioni che si verificano. La connessione mente-corpo è molto forte e lo stress incoraggia gli anticorpi ad agire e a darti più vesciche.

OcchialiVivendo nel nord-est (in realtà nell'Atlantico), è ancora molto estate - con calore umido e vegetazione lussureggiante e fiori che mi circondano fuori - mentre scrivo questo. La natura è molto viva e in tutta la sua gloria. Tra un altro mese, so che le foglie cambieranno colori e moriranno conservando la loro straordinaria bellezza stagionale. È davvero notevole quanto sia bella la natura quando muore. Non sembra una morte, ma più come un seguito in un nuovo e diverso modo di essere nelle aree geografiche in cui viviamo le stagioni e i cambiamenti annuali. I cambiamenti e le transizioni sono sempre con noi; alcuni sono solo più evidenti e più difficili da colpire. È un ciclo che continua - anche con il riscaldamento globale e l'intervento umano. Come sempre, l'unico cambiamento costante di IS - e quindi le transizioni fanno parte della nostra vita - se le combattiamo in ogni fase del percorso o le accogliamo e le accogliamo, imparando dalle nostre esperienze. Cambiamenti di qualsiasi tipo possono portarci fuori dalle nostre zone di comfort, ma sono necessari per i nostri viaggi individuali. Le persone si lamentano dell'estate calda e umida che stiamo vivendo, ma riportano alla memoria i vecchi "giorni d'estate del cane" che ricordo affettuosamente crescendo negli 50 e nei primi 60 - senza il comfort dell'aria condizionata o persino ventilatori. Non ho idea di come l'abbiamo fatto, ma l'abbiamo fatto - e ci siamo divertiti anche mentre stavamo soffocando. Correre attraverso uno "sprinkler" attaccato ad un tubo sull'erba di qualcuno era come un pezzo di paradiso in quei giorni, ma le notti erano più impegnative! Ciò ha reso il cambio di stagione ancora più atteso; mi è sempre sembrato che l'estate fosse un po 'troppo lunga. Naturalmente, con l'età, i giorni, le settimane, i mesi e le stagioni sembrano andare sempre più rapidamente, tenendoci in punta di piedi. Non ci sono due anni (o giorni) esattamente uguali, il che ci fa indovinare proprio come fanno queste rare malattie croniche. Ci sono giorni meno impegnativi e giorni più impegnativi con lacrime di gioia e tristezza / perdita lungo la strada. I giorni si fondono in settimane e poi mesi. Le stagioni cambiano e altre transizioni - alcune lisce e attese. Molte persone diventano condizionate a gestire le crisi e incontrare e superare problemi e difficoltà di solito porta a una maggiore capacità di recupero - una qualità molto positiva da possedere. Sfortunatamente, un numero crescente di persone sembra molto a proprio agio con le crisi, e sembra vivere da una crisi all'altra senza occuparsi della vita di tutti i giorni. Questo non è un modo naturale di attraversare la vita e porta a reali difficoltà quotidiane e livelli di stress malsano. Gli studi sullo stress continuano a evidenziare gli aspetti negativi della connessione mente-corpo. No, non tutti i dolori, i dolori o le malattie gravi sono causati dallo stress; ma le strategie di riduzione dello stress che funzionano possono rendere la vita di tutti i giorni "più facile" (o meno difficile) e rendere le crisi più facili da navigare. Questo può essere pensato come un sistema di navigazione di qualche tipo nei nostri viaggi di vita. Sfortunatamente il sistema di navigazione deve essere appreso attraverso la formazione, le esperienze, i successi e i fallimenti. Spesso impariamo il massimo dai nostri fallimenti. Passiamo tutti attraverso le fasi e spesso con un po 'di back-peddling di tanto in tanto. Questi NON sono tempi negativi. Pensa a un ECG; una linea piatta non è una buona cosa. I piccoli alti e bassi sono totalmente "normali", ed è solo quando ci sono cambiamenti estremi che sono dannosi. Questo è quando le persone hanno bisogno di ulteriore aiuto e sempre più spesso lo cercano - o tornano da un terapeuta o psicologo (o un familiare, un amico, un collega) per una "messa a punto". A volte gli strumenti di coping positivi sono smarriti, persi, dimenticati, arrugginiti o non più sufficienti. Frequentemente, una delle diagnosi iniziali più comuni per i pazienti è "Disturbo di aggiustamento", che di solito passa una volta appresi nuovi strumenti e strategie, specialmente con un intervento cognitivo basato sul comportamento cognitivo. I farmaci psicotropi possono o non possono essere prescritti e alcuni sono a breve termine, mentre altri possono essere più a lungo termine in casi più complicati o quando la persona ha problemi emotivi o psicologici sottostanti più profondi (ad esempio, disturbo bipolare, depressione ricorrente, personalità o panico o altri disturbi d'ansia). A volte emergono problemi sottostanti precedentemente rimossi e richiedono più tempo per risolverli. Finanziaria, assicurazione, lavoro, supporto primario (o la sua mancanza), malattia fisica e altre preoccupazioni sociali e ambientali possono lavorare verso o contro l'eventuale risoluzione dei problemi. Essere consapevoli di questi e della situazione più ampia aiuta sempre. Per me, ho passato 10 anni su tavole dedicate al pemfigo e alle malattie correlate e ho visto e partecipato a molti cambiamenti in questo decennio. È stato un periodo fantastico ed eccitante. Sono passato dall'essere una persona sana e ad alta energia con una condizione autoimmune a lungo termine che era sotto controllo (per decenni) allo sviluppo di condizioni nuove e potenzialmente letali. La mia precedente condizione cronica, insieme ad altri problemi di salute acuta in vari momenti, probabilmente mi ha dato un vantaggio per quanto riguarda la resilienza. Ho attraversato le stesse fasi fondamentali di chiunque altro, ma ho anche sentito molto forte fin dal primo giorno che era tutto per una ragione - per uno scopo. Presto ho appreso che le componenti psicologiche ed emotive di queste malattie orfane non venivano affrontate. È, ovviamente, sempre fondamentale per tenere sotto controllo la malattia stessa, ma direi che essere il più mentalmente sano possibile e con un forte gruppo di supporto è quasi altrettanto importante. Non sono stato tra i fortunati che sono stati in remissione per un considerevole periodo di tempo. La mia unica remissione parziale includeva la sintomatologia atipica. Quella diagnosi è stata fatta e indirizzata; monitorare me stesso ogni giorno è routine. Dopo un flare particolarmente brutto e testardo di quest'anno, ho sentito il bisogno di prendere alcune serie nuove decisioni sulla vita. Ho usato il modello cognitivo del processo decisionale, esaminando tutti i fatti e poi attentamente ponderando le opzioni, facendo alcuni passi indietro per la prospettiva. Ho fatto alcune mosse strategiche decisive, compreso il ritiro dal Consiglio di amministrazione dell'IPPF. Tuttavia, rimarrò sempre molto coinvolto nell'IPPF, specialmente quando è coinvolto il supporto del paziente. la sua volontà mi consente di avere più tempo per prendere le decisioni necessarie riguardanti la mia salute, il volontariato, il lavoro professionale e la famiglia. È solo un'altra transizione di vita lungo la strada. I prossimi anni porteranno nuove e diverse sfide e cambiamenti, ma queste transizioni sono necessarie e molto positive. Il nostro Consiglio di amministrazione dell'IPPF ha diverse persone nuove e molto capaci e appassionate che continueranno a guidare questa Fondazione in avanti in modi nuovi e importanti. È un momento molto eccitante per l'IPPF e il benessere di tutti i pazienti, le famiglie e gli amici. La mia partecipazione all'IPPF rimane parte integrante della mia vita, ma è un momento per ri-stabilire la priorità, prendersi il tempo di annusare le rose nel momento, godersi la bellezza delle foglie autunnali / autunnali e poi fare pupazzi di neve o semplicemente guardare il paese delle meraviglie invernale, prima della primavera e l'inizio della prossima stagione. Attendo con ansia questa transizione e i nuovi e interessanti luoghi e opportunità che faranno parte della prossima fase del mio personale viaggio. Non solo non temo le transizioni, ma attendo con ansia loro e ciò che aggiungeranno alla mia personale esperienza umana. Inoltre, il tuo Comitato per le riunioni annuali sta lavorando duramente per rendere 17th Annual Patient Conference a Chicago, 25-27, 2014, un'esperienza appagante per tutti i partecipanti. Stiamo cercando di provare più cambiamenti, basati in gran parte sul feedback dei pazienti e delle loro famiglie e amici che hanno partecipato alle conferenze. Sì, stiamo ascoltando e apportando le modifiche necessarie. Per favore, considera quali talenti o interessi speciali potresti avere o avere accesso mentre aumentiamo il nostro sistema di volontari e aggiungiamo membri ad hoc alle commissioni. Queste esperienze non si aggiungeranno solo ai tuoi viaggi personali, ma anche al futuro dell'IPPF. E chi lo sa? Forse sarà un momento speciale e di transizione per te!